Esempio ravvedimento operoso aliquote 2016

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Paghe on line – il nostro servizio per elaborare le paghe in modo semplice, veloce ed economico, come funziona?

DAL PRIMO GENNAIO 2016 è variata la misura degli interessi e delle sanzioni da applicare all’istituto del C.D. RAVVEDIMENTO OPEROSO. Ricordiamo che lo strumento consente la regolarizzazione dei versamenti operati in maniera tardiva o insufficiente. Forniamo un esempio, con le nuove aliquote.

MISURA DELLE SANZIONI IN VIGORE A FAR DATA DALL’1-1-2016:

  • Entro 14 giorni dalla scadenza dell’omesso o ritardato pagamento: 0,1% per ciascun giorno di ritardo.

  • Dal 15esimo giorno al 30esimo giorno dalla scadenza: 1/10 del minimo ovvero 1,5%.

  • Dal 15esimo giorno al 90esimo giorno dalla scadenza: 1/9 del minimo  ovvero 1,5%.

  • Dal 31esimo giorno al 30 settembre dell’anno successivo a quello in cui è stato omesso o ritardato il tributo: 1/8 del minimo ovvero 3,75%

  • Entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello in cui è stato omesso o ritardato il tributo 1/7 del minimo ovvero: 4,28%

  • Oltre detti termini: 1/6 del minimo ovvero: 5,00%

MISURA DEGLI INTERESSI IN VIGORE A FAR DATA DALL’1-1-2016:

  • L’aliquota degli interessi è variata nella misura dello 0,5% annuale.

UN ESEMPIO: 

La SOCIETA’ ALFA trattiene a titolo di sostituto d’imposta una somma pari ad   €. 1.000,00 al suo consulente aziendale per prestazioni professionali ricevute e liquidate nel mese di GENNAIO 2016. La parcella del professionista ha data 29/01/2014. Sorge quindi l’obbligo in capo alla Società di versare la prescritta ritenuta entro il  16/02/2016 (il 16 del mese successivo alla data di emissione del documento). La Società versa la Ritenuta in ritardo e precisamente in data 15/04/2016.

Per usufruire della facoltà del ravvedimento operoso la Società effettua il pagamento, maggiorandolo di opportune sanzioni ed interessi:

Hai dei dubbi o vuoi formulare quesiti su questo argomento? Visita il nostro forum!

Esempio compilazione F24 per ritenuta d’acconto pagata in ritardo
 Importo da regolarizzare €:  1.000,00
 Scadenza originaria:  16/02/2014
 Data regolarizzazione:  14/04/2014
 Giorni di ritardo:  58
 Interessi:  euro 0,80 (1000*58/365*0,5%)
 Sanzione:  1,50% ipotesi di ravvedimento lungo, ritardo superiore a 30 g. e fino ai 90.
 Totale tributo +  interessi:  1.000,80 – Cod. tributo 1040 – mese di riferimento  1 anno riferimento: 2016.
 Sanzione da versare:  15,00 – Cod. tributo 8906 Sanzione pec. sost. imposta (1,50 %) – anno di  riferimento 2016
 Totale Ravvedimento:  1.015,80
 

SEGUI SU TWITTER!

SEGUI SU FACEBOOK!

 


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •